2.1 C
New York

Spalletti, post Samp-Napoli: “Con la Juve si decide lo scudetto!”

Pubblicato il:

Il Napoli vince a Marassi e invia un chiaro messaggio alle inseguitrici. La prossima partita sarà decisiva in vista scudetto: la Juve arriva da una striscia positiva lunghissima e il Napoli deve difendere il primato e le mura amiche.

Ecco la conferenza stampa di Spalletti post-partita:

“Entrambe le squadre hanno giocato una buonissima partita, degna di due grandi uomini che oggi non ci sono più e che ci hanno insegnato tanto. La Sampdoria è rimasta in campo e nella partita fino alla fine anche con un uomo in meno. Vialli e Stankovic non concedevano niente durante le loro partite, dovevi essere solo più bravo per batterli.

Il rigorista è Kvara, per me doveva tirarlo lui, ho richiamato Jesus per indicarglielo. Poi se un altro si fa carico per tirarlo è sintomo di personalità e forza, sono cose normali e positive. Inutile fare giochini per creare dubbi.

Kim aveva un affaticamento muscolare ed ero a rischio. I medici hanno deciso di visitarlo e detto di sostituirlo, volevamo evitare che si creasse un infortunio maggiore.

Kvara oggi ha giocato una splendida partita sotto tutti gli aspetti, lui è entrato in area a fare le solite serpentine puntando gli avversari che erano sempre ordinati. Ci sono 5 sostituzioni e faccio ciò che mi pare, chi tolgo, chi metto e quando lo faccio.

Ho 7 collaboratori che mi aiutano a spezzettare la partita e fare le analisi per far rivedere ai giocatori cose c’è da migliorare. Nella partita giocata con l’Inter dovevamo mettere di più, la nostra qualità. Poi possono essere più bravi e vincere, ma l’impegno andava messo di più. L’Inter è forte come noi o di più, ma noi dovevamo mettere di più ogni volta che vestiamo la maglia col Napoli.

La partita con la Juve è importantissima, ma non determinante, manca ancora un girone intero.

Mario Rui è una valida alternativa a Oliveira, una volta gioca uno e una volta l’altro. Ci sono presidenti che danno bonus a chi fa più gol, è una delle più grandi bischerate del mondo del calcio. Assist e gol importano a voi, contano le giocate totali e le letture di tutte l’intera partita”.

Poi la chiusura con una risposta ad un giornalista sull’ansia mentale dei giocatori: “L’ansia la facciamo venire a lei, vedrà nelle prossime partite”

RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania
placeholder text

Related articles

spot_img

Recent articles

spot_img

Crisi Benevento