2.8 C
New York

La paura fa 99

Pubblicato il:

Primavera, rinascita.

In un Marassi quasi sold out, il Napoli è cinico e regalo un mezzo dispiacere al povero Boskov presente in tribuna quel pomeriggio.

Il numero della Samp, Fiorillo, capisce sin da subito che sarà una giornata difficile: al 14esimo si supera sul colpo di testa di Fernandez ma al qualche minuto dopo , nulla può fare sul tap-in ravvicinato di Zapata, schierato titolare da Benitez. È solamente il preludio. Al 26esimo Insigne raddoppia con una conclusione. Eder la riapre (con l’aiuto del palo) ma la fievole speranza doriana si spegne quando Fiorillo si rende protagonista in negativo e regala il doppio vantaggio ai ragazzi di Benitez: Fiorillo ne combina un’altra: punizione di Callejon che calcia aggirando la barriera e il suo tiro sembra lento ma il numero 1 blucerchiato sbaglia il tempo e regala il doppio vantaggio al Napoli. 1 a 3 al riposo.

Mihajlovic cambia qualcosa nel reparto offensivo ma l’avvio della ripresa chiude definitivamente i giochi: Zapata scatta sulla destra, alza la testa e vede l’inserimento di Hamsik che a tu per tu con Fiorillo non sbaglia. Samp ormai stordita e poco dopo, Mustafi, nel tentativo di anticipare Callejon, fa autogoal.

Napoli in totale controllo e il tiro di Wszolek, subentrato a Maxi Lopez, è solamente un modo per aggiornare il tabellino finale.

Napoli a quota 99 e ad una rete della tripla cifra. Quel giorno, sulla panchina dei blucerchiati sedeva Sinisa e questo è il nostro modo per ricordarlo.

RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania
placeholder text

Related articles

spot_img

Recent articles

spot_img

Crisi Benevento